WORK

Sempre più spesso mi domandano come mi sia avvicinato al mondo dell’editoria dal punto di vista professionale. Non è una risposta semplice: è stato (e lo è tuttora) un percorso graduale, con una vasta gamma di compiti svolti e la continua necessità di trovare un giusto equilibrio nel proprio ritmo lavorativo, di cogliere alcune opportunità e di avere il buon senso di rifiutarne altre, qualora rischino di compromettere l’insieme.

Senz’altro il mio percorso ha assunto una svolta significativa nel 2010, quando durante il Modena Fantasy (da me condotto in veste di presentatore) la scrittrice Filomena Cecere mi propose di curare al suo fianco una collana fantasy per Edizioni della Sera. Ero al primo anno di Lettere Moderne e avevo già alle spalle, grazie alla passione per la lettura e alla felice collaborazione con Fantasy Magazine, sufficiente esperienza nel campo della narrativa fantastica, esperienza che non vedevo l’ora di approfondire sul piano editoriale come co-curatore, valutatore di manoscritti e correttore bozze.

La prima prova è stata dunque Stirpe Angelica, un’antologia firmata da quindici autori italiani noti ed emergenti che racchiudesse in sé lo spirito della narrativa fantastica, horror e d’avventura vincolando gli autori alla sola figura dell’angelo.

L’anno seguente è stato quello del marchio editoriale Nocturna (Editrice GDS), all’interno del quale ho ricoperto il ruolo di responsabile della sezione Fantasy, promotore ed editor della stessa; per Nocturna ho curato Toby Rice e La cappella oscura (terzo al premio letterario nazionale Magia Urbana 2012), Portatori di Caos e Stirpe Infernale, antologia che conclude il progetto a sfondo “esoterico” intrapreso con Stirpe Angelica e portato avanti con Filomena Cecere e Roberto Carlo Deri.

Nel 2012 sono entrato a fare parte come editor e ufficio stampa della redazione di Happyplanet Books Edizioni, casa editrice che traduce e pubblica per la prima volta in Italia tutti i romanzi gotici per ragazzi dell’americano John Bellairs (il primo volume, La casa con l’orologio nelle pareti, era stato pubblicato negli anni ’90 sia da Mondadori che da Rizzoli).

A mano a mano che gli impegni si accavallavano, sono stato costretto ad abbandonare alcune collaborazioni. Attualmente mi occupo delle opere di John Bellairs per Happyplanet Books, del San Giorgio di Mantova Books in veste di coordinatore generale e vicedirettore artistico e, purtroppo in modo saltuario, di Fantasy Magazine, verso la cui redazione nutro un profondo riconoscimento. Tante le interviste condotte per FM in questi anni: da quelle a Licia Troisi, Paolo Barbieri, Davide Nadalin, Marissa Meyer e Mark Lawrence, fino al leader e chitarrista dei Rhapsody Luca Turilli e ai doppiatori della serie Game of Thrones.

Proprio gli incontri organizzati per sviluppare queste interviste mi hanno permesso di approfondire in più occasioni la collaborazione con il team di Mondadori Ragazzi e di approdare, dall’ottobre 2012, ad Arnoldo Mondadori Editore, dove lavoro nella sezione web social media marketing per la collana Chrysalide e come consulente per la redazione Oscar.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...